Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gruppo agrochimico basilese Syngenta ha respinto un'offerta d'acquisto da parte di China National Chemical Corp (ChemChina) del valore di 41,7 miliardi di franchi.

Lo indica oggi l'agenzia di stampa economica Bloomberg. Syngenta ha evocato possibili obiezioni da parte delle autorità di regolazione.

ChemChina ha offerto circa 449 franchi per azione per acquisire il gruppo basilese, riferisce Bloomberg. Le discussioni con la società cinese proseguono malgrado la bocciatura dell'offerta, indicano varie fonti interne, e un accordo potrebbe essere annunciato prossimamente.

Syngenta è in trattative con altri attori. Il leader mondiale dell'agrochimica in agosto ha bocciato un'offerta di valore analogo della società statunitense Monsanto, numero uno mondiale delle sementi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS