Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Immagine d'archivio.

KEYSTONE/GAETAN BALLY

(sda-ats)

La ferrovia a cremagliera del Rigi sul versante svittese a partire da Goldau (SZ) è stata chiusa stamane dopo che circa 100 metri cubi di roccia sono franati fino ai margini dei binari tra le due stazioni intermedie di Kräbel e Fruttli.

Sussiste infatti un ulteriore pericolo di caduta di sassi.

Durante un controllo effettuato ieri sera sulla parete rocciosa nella zona di Kräbel, poco sopra Goldau, ci si è accorti che le reti di protezione contro la caduta di sassi si erano inaspettatamente riempite, verosimilmente a causa del disgelo, ha detto all'ats Stefan Otz delle Ferrovie del Rigi.

Per motivi di sicurezza, per altri controlli e per lo sgombero delle rocce il tratto ferroviario è stato così immediatamente chiuso e lo rimarrà perlomeno fino a domani. Entro il fine-settimana dovrebbe comunque essere riaperto.

La vetta panoramica del Rigi rimane accessibile per ferrovia attualmente solo a partire da Viznau, sulla riva lucernese del lago dei Quattro Cantoni. Tra Goldau e questa località sono in servizio autobus-navetta. Gli altri impianti di risalita sulla montagna, come la funivia da Weggis (LU) sono normalmente aperti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS