Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I conti dello Stato a Svitto, grosso contributore alla perequazione intercantonale, nel 2014 hanno chiuso in profondo rosso raggiungendo il deficit primato di 211 milioni di franchi.

Per il governo cantonale il risultato si spiega in gran parte con un gettito più modesto del previsto. Svitto aveva ridotto le imposte per l'ultima volta nel 2009. Da allora i disavanzi si accumulano. Dal primo gennaio di quest'anno ha aumentato le tasse sugli alti redditi.

Il consuntivo è sensibilmente peggiore, di 114 milioni di franchi, rispetto al preventivo, che per quanto concerne le entrate fiscali prevedeva ben 61 milioni in più di quanto registrato al 31 dicembre, scrive oggi il Consiglio di Stato.

I pessimi conti 2014, aggiunge però il governo, sono da attribuire anche al contributo unico alla cassa pensioni dei "funzionari" per 39 milioni di franchi e alla mancata distribuzione degli utili della Banca nazionale svizzera (BNS) ai Cantoni.

Complessivamente nel 2014 a Svitto le entrate hanno raggiunto 1,184 miliardi di franchi e le uscite 1,395 miliardi. Il capitale proprio è calato da 278,6 milioni a 67,5 milioni.

Lo scorso 28 settembre gli svittesi hanno adottato, con il 59,2% dei voti, una revisione della legge tributaria cantonale che prevede tra l'altro un aumento delle imposte per i redditi annuali netti che superano i 230'400 franchi, o i 438'000 franchi per le coppie sposate. La norma prevede anche l'aumento dell'aliquota d'imposta sulla sostanza dallo 0,5 allo 0,6 per mille.

Le misure votate, entrate in vigore in gennaio, dovrebbero fruttare complessivamente introiti supplementari valutati a 66 milioni di franchi. Il Consiglio di Stato indica oggi che queste entrate però non bastano per riportare in nero i conti e saranno necessarie altre misure. In settembre, alla vigilia del voto, non escludeva un aumento generalizzato delle imposte. Il preventivo 2015, pubblicato lo scorso 30 settembre, calcolava un deficit di 39 milioni di franchi.

In passato il governo ha ripetutamente puntato il dito contro la perequazione finanziaria. Lo scorso anno Svitto ha versato 993 franchi per abitante a titolo di compensazione finanziaria intercantonale; di più ha fatto solo Zugo con 2514 franchi. L'anno prossimo verserà 1108 franchi, sempre secondo nella graduatoria dei Cantoni contributori dopo Zugo (2806 franchi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS