Navigation

TAF: moneyhouse.ch deve sospendere ricerche su persone

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 luglio 2012 - 15:03
(Keystone-ATS)

Il portale internet moneyhouse.ch deve cessare temporaneamente il servizio "ricerca su persone". Lo ha deciso il Tribunale amministrativo federale su richiesta del preposto federale alla protezione dei dati. Le informazioni erano state rese accessibili senza l'autorizzazione degli interessati.

Il TAF ha emesso un "provvedimento superprovvisorio" (cautelare) urgente nei confronti della itonex, società che gestisce la piattaforma moneyhouse.ch. Decisivo è stato il fatto che secondo "Mister Dati" sono stati diffusi anche dati bloccati, e ciò senza il permesso degli interessati, è scritto nella sentenza.

Da giugno il numero delle richieste relative a queste pubblicazioni presso il preposto federale sono aumentate. Si sono fatte avanti anche persone le quali consideravano che la divulgazione di informazioni sul loro conto potesse mettere a rischio la loro vita. Le richieste di cancellazione sono tuttavia rimaste inascoltate.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?