Navigation

Tamedia: buon primo semestre grazie ad Edipresse

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 agosto 2011 - 08:36
(Keystone-ATS)

Il gruppo editoriale Tamedia ha realizzato il miglior risultato semestrale degli ultimi dieci anni, essenzialmente grazie all'integrazione della romanda Edipresse. Rispetto ai primi sei mesi del 2010, l'utile netto balzato del 67%, a 87,7 milioni di franchi.

Il risultato operativo EBIT, di 88,7 milioni di franchi, quasi raddoppiato rispetto a un anno prima (46,7 mio), riferisce una nota odierna. Il volume d'affari è progredito del 55,1%, a 558,9 milioni. Il settore dei prodotti on line, caratterizzato da una forte crescita, vi ha contribuito in misura dell'11% (9,5% un anno prima). Le vendite di giornali sono rimaste stabili e la stampa di pubblicità è leggermente aumentata. I comparti ora dismessi (TeleBärn e TeleZüri) hanno ancora fruttato un utile di 300'000 franchi.

All'inizio del 2013 il direttore generale Martin Kall lascerà la carica assunta nell'aprile del 2002 all'attuale vice Christoph Tonini. Kall dovrebbe poi entrare nel consiglio d'amministrazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?