Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Tassisti protestano contro Uber in tre città svizzere

Keystone/GEORGIOS KEFALAS

(sda-ats)

Circa 400 tassisti hanno protestato oggi a Basilea, Ginevra e Zurigo contro Uber, specializzata nel noleggio di auto con conducente tramite applicazione su smartphone. Lo si apprende da una nota del sindacato Unia.

Una delegazione a Basilea ha consegnato una lettera indirizzata al responsabile del Dipartimento cantonale della giustizia e della sicurezza Baschi Dürr e al governo per spronarli a intervenire contro Uber, ha indicato all'ats un portavoce di Unia. All'azienda americana viene rimproverato di incitare sistematicamente il lavoro nero e il trasporto di persone professionale illegale.

Anche a Ginevra e Zurigo vi sono state proteste da parte dei conducenti di taxi contro Uber, per le stesse ragioni invocate a Basilea. In particolare, i partecipanti hanno deplorato il fatto che le autorità persistono nel non voler applicare rigorosamente la legge nei confronti di Uber, rimanendo passivi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS