Navigation

Tempesta "Gloria": 7 morti e 4 dispersi in Spagna

Sette morti e quattro dispersi sono il bilancio del passaggio della tempesta Gloria sulla Spagna. Nel sud della Francia, dove la perturbazione si è spostata, due fiumi sono già esondati e 1500 persone sono state evacuate. KEYSTONE/EPA/ae cmm GAR jak sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 gennaio 2020 - 08:03
(Keystone-ATS)

È salito a 7 morti e 4 dispersi il bilancio del passaggio della tempesta Gloria sulla Spagna. Nel sud della Francia, dove la perturbazione si è spostata, è allarme rosso per possibili inondazioni. Due fiumi sono già esondati e 1500 persone sono state evacuate.

L'ultima vittima in Spagna è stata un uomo caduto in mare nel porto di Palamos, nel nord-est della Catalogna. Altre due persone sono morte in Andalusia. Un contadino di 77 anni è morto schiacciato dal crollo di una serra a causa della grandine. Un senzatetto è morto di freddo, mentre un cadavere è stato trovato in una zona alluvionata nella provincia di Alicante. Nello stesso punto un uomo è disperso dopo che la sua auto è stata trascinata via dall'acqua e disperse sono altre tre prsone, tra cui un inglese di 25 anni.

La tempesta porta con sé piogge torrenziali, neve, vento a 100 chilometri l'ora e onde alte fino a 10 metri.

Nelle ultime ore la Météo-France ha confermato una "allerta rossa" a nord di Perpignan e a sud di Carcassonne. Circa 1500 residenti sono stati evacuati nei Pirenei orientali e alcune decine nell'Aude dopo lo straripamento di due fiumi.

"Le piogge - prevede il servizio meteorologico francese - , che oscillano di intensità, dureranno fino a giovedì a mezzogiorno, interessando principalmente la parte orientale dei due dipartimenti, compresa la costa. E le scuole delle zone interessate resteranno chiuse.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.