Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ogni anno in Svizzera quasi un milione di persone si infortuna nel tempo libero, e più di 2200 muoiono. Lo rileva la statistica 2015 dell'Ufficio prevenzione infortuni (upi).

Gli incidenti non professionali costituiscono una vera sfida in materia di salute pubblica. Oltre alla sofferenza fisica e psichica, gli incidenti causano costi materiali che superano gli 11 miliardi di franchi, ricorda oggi l'upi in un comunicato .

La statistica annuale STATUS, realizzata attraverso un sondaggio rappresentativo, si basa sui dati relativi agli incidenti. Essa si occupa però anche di esaminare quanto i comportamenti e gli atteggiamenti degli utenti e dei cittadini incidano nell'ambito della circolazione stradale, dello sport e del tempo libero.

Nel settore della sicurezza stradale, il 68% degli automobilisti indica ad esempio che non supera mai o raramente il limite di velocità. Il 77% afferma di non mettersi mai al volante dopo aver bevuto due o più bicchieri di alcool.

Nel campo dello sport, la statistica rileva che i trampolini da giardino sono sempre più diffusi, il 24% dei nuclei famigliari con bambini ne possiede uno. Secondo i partecipanti al sondaggio, il 91% di questi attrezzi viene controllato almeno una volta all'anno, e il 77% è equipaggiato di una rete protettiva. A maggio l'upi aveva messo in guardia rilevando che il numero di incidenti, anche gravi, causati dai trampolini da giardino era in crescita.

Infine, nel campo del tempo libero l'87% delle persone over 65 afferma di fare qualcosa per mantenersi in forma, l'86% segue una dieta mirata e il 72% utilizza ausili tecnici come ad esempio corrimano.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS