La camera dei rappresentanti del Tennessee ha votato a favore di una legge che riconosce la Bibbia come libro ufficiale dello Stato, nonostante dubbi sulla costituzionalità del testo avanzate dal procuratore generale dello stesso Stato.

Critiche sono poi giunte anche dal governatore repubblicano Bill Haslam, che ha definito la legge irrispettosa.

La camera dei rappresentanti, a maggioranza repubblicana, ha approvato comunque il testo con 55 voti a favore e 38 contrari. Un testo analogo potrebbe essere sottoposto a breve al vaglio del Senato del Tennessee dove i repubblicani sono pure in maggioranza, con 28 seggi, mentre i democratici ne detengono cinque.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.