Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - L'Istituto geofisico statunitense ha registrato una scossa di magnitudo 6.2 Richter nella regione cilena di Atacama. L'epicentro nella stima preliminare è stato localizzato a 76 km dalla città di Copiaco. La scossa, riferiscono i testimoni, è stata avvertita anche nella capitale Santiago.
Il sisma è stato avvertito in particolare nella città di Copiapo, nella regione di Atacama, 800 km a nord di Santiago, hanno precisato le autorità dell'Onemi, la protezione civile cilena, scartando d'altra parte la possibilità di uno tsunami.
La scossa è stata molto lunga e in molte delle case della città ha provocato il crollo di alcune parti della facciata delle abitazioni e, all'interno, la caduta di molti oggetti, oltre ad un parziale black out.
L'epicentro, hanno indicato gli esperti dell'Università del Cile, è stato localizzato 48 km al nordest dal porto di Huasco, con una profondità pari a 35,6 km.
Oggi è stata d'altra parte una giornata particolarmente intensa delle scosse di assestamento - dopo il devastante terremoto di 8.8 Richter dello scorso 27 febbraio - nelle aree centro-meridionali del paese, in particolare nella regione del Maule, 300 km a sud di Santiago.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS