Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PECHINO - Il presidente cinese Hu Jintao é arrivato oggi sui luoghi del sisma che mercoledì scorso ha causato circa 1.500 morti nella provincia nordoccidentale del Qinghai. Lo ha annunciato la tv pubblica.
Hu "dirigerà le operazioni di soccorso e farà visita ai feriti", spiega l'agenzia Nuova Cina. Il presidente cinese è atterrato all'aeroporto della prefettura di Yushu, distante circa 30 km da Jiegu, epicentro del violento sisma di magnitudo 6.9, dove sono crollate il 90% delle abitazioni.
L'ultimo bilancio ufficiale parla di almeno 1.484 morti, 312 dispersi e 12.088 feriti; circa 100.000 gli sfollati.

SDA-ATS