Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Come stabilito dalla Corte Suprema israeliana, è iniziato oggi lo sgombero del più grande avamposto di coloni in Cisgiordania (Migron, presso Ramallah), che dovrà essere completato entro martedì.

La radio militare ha riferito che alcune famiglie (delle 50 circa che vi abitano) hanno raccolto la scorsa notte le proprie masserizie e sono passate, in via temporanea, nel vicino insediamento ebraico di Ofra. A quanto pare anche la altre famiglie - che vivono a Migron da dodici anni - hanno deciso di non opporre resistenza attiva all' ordine di sgombero, motivato dal fatto che la quasi totalità dell'avamposto è stato eretto su terre private palestinesi.

Tuttavia alcune decine di ultras di destra si sono appostati a Migron in due case prefabbricate, da dove minacciano di affrontare la polizia israeliana. I servizi segreti temono inoltre che estremisti ebrei possano tentare attacchi contro la popolazione palestinese, per impegnare l'esercito su altri fronti mentre lo sgombero di Migron viene portato a termine.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS