Navigation

Terrorismo: Usa intendono ridurre truppe in Africa

Il capo dello stato maggiore delle forze armate statunitensi Mark Milley ha annunciato un disimpegno americano in Africa. KEYSTONE/AP/EV sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 gennaio 2020 - 21:53
(Keystone-ATS)

Gli Usa vogliono ridurre la loro presenza militare in Africa.

L'annuncio del capo dello stato maggiore delle forze armate Mark Milley è arrivato poco prima che il presidente francese Emmanuel Macron avesse avviato un summit con i leader della regione del Sahel per fronteggiare la crescente minaccia jihadista.

Le truppe americane, ha spiegato Milley, "potrebbero essere ridotte e spostate, per aumentare la prontezza di combattimento delle forze negli Usa o nel Pacifico". "Stiamo sviluppando opzioni perché siano esaminate dal segretario alla difesa, in coordinamento con i nostri alleati e partner", ha aggiunto. Gli Usa contano circa 7000 membri delle forze speciali in Africa, che conducono operazioni congiunte con forze nazionali contro i jihadisti, in particolare in Somalia. Ci sono poi altri 2000 militari che stanno conducendo missioni di addestramento in circa 40 Paesi africani e partecipano a operazioni in collaborazione con altri paesi, tra cui la Francia, in Mali.

Emmanuel Macron, durante la conferenza stampa di questa sera a margine del vertice di Pau con i Paesi del G5 Sahel, ha espresso "l'auspicio" di riuscire a convincere il suo omologo statunitense, Donald Trump, a mantenere le forze americane in Africa. "Spero di riuscire a convincere il presidente Trump che la lotta al terrorismo si gioca anche in questa regione e che il tema libico non può essere disgiunto dalla situazione nel Sahel e nella regione del lago Ciad", ha dichiarato Macron, evocando il rischio di "proliferazione del terrorismo" in caso di fallimento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.