Navigation

Terrosimo: forse alto esponente al Qaida fermato al Cairo

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 febbraio 2012 - 15:14
(Keystone-ATS)

Gli agenti di sicurezza dell'aeroporto del Cairo pensano di aver arrestato uno dei massimi esponenti di al Qaida, Mohamed Ibrahim Mekkawi, conosciuto come "Seif Al Adel", in provenienza dal Pakistan. L'avvocato della persona fermata ha però affermato che il suo cliente è un ex componente di al Qaida, ma non è Seif el Adel, come indicato dalle autorità egiziane.

Seif al Adel, che in arabo significa 'spada della giustizia' è sulla lista dei terroristi più ricercati dell'FBI. Sarebbe stato brevemente a capo dell'organizzazione criminale fra l'uccisione di Osama bin Laden, nel maggio scorso, e la nomina del suo successore, Ayman al Zawahiri, nel giugno seguente. Seif al Adel ha fatto parte delle forze speciali egiziane ed è implicato nell'uccisione dell'allora presidente egiziano Anwar Sadat.

Parlando con i giornalisti, l'arrestato ha però smentito di esserne undirigente di al Qaida e ha negato di fare ancora parte. Ha detto di avere lasciato l'organizzazione nel 1989, perché in disaccordo con i suoi dirigenti È stato portato alla procura della sicurezza di Stato per essere interrogato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?