Navigation

Terza passeggiata spaziale in rosa

Christina Koch cammina nello spazio. KEYSTONE/EPA NASA/NASA HANDOUT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 gennaio 2020 - 20:29
(Keystone-ATS)

Terza passeggiata spaziale in rosa.

Le astronaute Christina Koch e Jessica Meir, entrambe della Nasa, sono uscite ancora una volta all'esterno della Stazione Spaziale Internazionale per raggiungere i tralicci che sostengono i pannelli solari e completare l'installazione delle moderne batterie al litio, molto più efficienti delle vecchie al nichel-idrogeno, e così innovative da aver meritato il Nobel per la Chimica 2019.

È stata la seconda passeggiata spaziale del 2020 e già si sta preparando la terza, prevista per il 25 gennaio e che ancora una volta vedrà uscire l'astronauta Luca Parmitano, dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa), e quella del suo collega Andrew Morgan, della Nasa.

AstroChristina e AstroJessica sono state le protagoniste di tutte e tre le passeggiate spaziali al femminile nella storia dell'era spaziale, a partire dalla prima uscita dell'ottobre 2019, diventata immediatamente celebre in tutto il mondo. In sei ore e mezzo hanno portato a termine il loro compito.

La preparazione alla nuova attività extra-veicolare era cominciati da tempo, a partire dalla preparazione delle tute. In particolare, era necessario risolvere il problema del casco utilizzato da Christina Koch, dal quale nella passeggiata spaziale del 15 gennaio si era sganciata la telecamera.

Le due astronaute avevano inoltre postato sui rispettivi profili Twitter anche gli speciali preparativi che riguardano i lunghi capelli di Jessica, raccolti in due trecce con l'aiuto di AstroChristina per indossare il casco più comodamente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.