Navigation

TF: "Madonna" non sarà un marchio protetto

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 novembre 2010 - 14:42
(Keystone-ATS)

LOSANNA - "Madonna" non sarà un marchio protetto in Svizzera: il Tribunale federale ha rifiutato una domanda in questo senso, presentata da una ditta tedesca. In particolare nella Svizzera italiana, l'appellativo della madre di Gesù impiegato come un marchio potrebbe urtare la sensibilità di numerosi cattolici, spiega la Corte suprema nella sentenza pubblicata oggi.
Il fatto che "Madonna" sia già registrato in paesi di tradizione cattolica quali Italia, Spagna e Portogallo per designare una categoria di prodotti non è considerato rilevante dai giudici federali. La registrazione di "Madonna" era stata rifiutata nel 2008 dall'Istituto federale della proprietà intellettuale e successivamente dal Tribunale amministrativo federale (TFA).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.