Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Chi si esprime contro la diffusione dell'Islam in Svizzera, senza dare giudizi di valore, non è un razzista: se viene definto tale può quindi far valere una lesione della sua personalità. Lo ha stabilito il Tribunale federale (TF), dando ragione a un politico UDC turgoviese in una vertenza che lo vedeva opposto alla Fondazione contro il razzismo e l'antisemitismo (GRA).

Durante la campagna precedente il voto sull'iniziativa contro la costruzione di minareti, il presidente della gioventù UDC turgoviese, Benjamin Kasper, aveva dichiarato in un discorso che "è ora di porre un termine all'estensione dell'Islam".

Aveva proseguito affermando che "la cultura svizzera, il cui fondamento è il cristianesimo, non dovrebbe lasciarsi soppiantare da altre culture". Vietare i minareti - aveva precisato - "costituisce un mezzo per affermare la propria identità".

Scandalizzata da questo discorso, la GRA l'aveva pubblicato sul proprio sito, collocandolo nella rubrica intitolata "razzismo verbale". Kasper aveva reagito avviando una causa civile per lesione della sua personalità

L'esposto è stato ora accolto dal TF. "Colui che si pronuncia, senza giudizio di valore, contro l'estensione dell'Islam in Svizzera non è razzista", sottolineano i giudici losannesi nella loro sentenza pubblicata oggi.

"La sola messa in risalto di una differenza fra due individui o gruppi non è già razzismo. Vi è razzismo quando la differenza è impiegata simultaneamente per denigrare la vittima e quando tale messa in risalto non è in definitiva altro che un mezzo per presentare la vittima in modo negativo e violare la sua dignità", spiega la Corte suprema.

Nel suo discorso, Kasper aveva opposto il cristianesimo all'islam, dal quale si era distanziato, spiegando che la religione da lui professata è degna di essere protetta e difesa. Con queste parole, i fedeli dell'islam non sono stati disprezzati, né vi è stato un giudizio negativo generale nei riguardi dei musulmani, costata la Corte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS