Navigation

TF: conferma multa a escursionista nudista

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 novembre 2011 - 13:44
(Keystone-ATS)

I cantoni hanno il diritto di sanzionare chi pratica senza vestiti l'escursionismo: lo ha stabilito il Tribunale federale (TF), che in una sentenza di principio ha confermato oggi la multa di 100 franchi inflitta a un 47enne sorpreso a camminare nudo a Nieschberg, una zona collinare non lontana da Herisau (AR).

Nell'ottobre 2009 l'uomo era transitato fra l'altro davanti a un'area attrezzata per grigliate, dove si trovava una famiglia con bambini piccoli, e di fronte a un centro cristiano di riabilitazione per tossicodipendenti. Una passante l'aveva fermato per parlargli e in seguito lo aveva denunciato.

Era quindi scattata la multa per "comportamento osceno", un reato contemplato dalla legge sul diritto penale cantonale. In prima istanza l'ammenda era stata annullata - i giudici non avevano ravvisato i presupposti per una condanna per atti indecenti - ma l'ammenda era stata poi confermata dal Tribunale d'appello. Una posizione fatta ora propria anche dal TF: per la corte di Losanna i cantoni hanno la facoltà di reprimere le violazioni gravi dei costumi e della decenza.

Negli ultimi anni il tema ha suscitato molto interesse da parte dei media. L'escursionismo in tenuta adamitica è praticato in particolare da cittadini tedeschi. È attivo anche un apposito sito internet, www.nacktwandern.de.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?