Navigation

TF: figlie non fanno lezione nuoto, multata famiglia musulmana

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 marzo 2012 - 12:15
(Keystone-ATS)

Una famiglia musulmana residente a Basilea Città dovrà pagare una multa di 1400 franchi per aver rifiutato di permettere alle due figlie di seguire la lezione obbligatoria di nuoto impartita agli scolari delle elementari. Il Tribunale federale (TF) conferma oggi la sanzione inflitta dalle autorità cantonali.

I genitori avevano motivato il loro veto con la volontà di educare le figlie conformemente ai precetti del Corano. I corsi di nuoto misti - avevano osservato - sono peraltro incompatibili con il senso del pudore che desiderano inculcare nelle figlie, ancor prima della pubertà.

La Corte suprema ha respinto i loro argomenti e mantenuto la propria giurisprudenza al riguardo, stabilita tre anni fa, quando aveva sentenziato che l'obbligo di partecipare ai corsi di nuoto misti non costituisce una violazione inammissibile della libertà religiosa, nemmeno per i bambini di confessione musulmana.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?