Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Tribunale federale ha respinto un ricorso dell'animalista Erwin Kessler, che contestava la decisione del comune di Sirnach (TG) di vietargli di manifestare durante la messa, un'azione volta a denunciare pubblicamente una famiglia allevatrice di conigli. Sul caso si pronuncerà la Corte europea di Strasburgo.

L'animatore dell'Associazione contro le fabbriche di animali (VgT) aveva inoltrato al Comune una regolare domanda d'autorizzazione. Sirnach l'aveva accolta, ponendo tuttavia quale condizione che la manifestazione non si svolgesse durante la messa.

Ignorando tale restrizione, il 3 novembre 2013 Kessler aveva inscenato con altri due militanti una dimostrazione davanti alla chiesa cattolica del villaggio, mentre era in corso la funzione. Denunciato, l'animalista era stato condannato dal Ministero pubblico turgoviese per aver disobbedito ad un'ingiunzione ufficiale, una sanzione confermata in marzo dal Tribunale amministrativo federale (TAF).

Nella sentenza pubblicata oggi, il Tribunale federale considera non arbitraria la decisione del TAF. Secondo i giudici, è ammissibile interpretare l'interesse pubblico in modo restrittivo. Kessler annuncia in una nota odierna di aver deciso di sottoporre la vertenza alla Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo, per violazione della libertà di manifestazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS