Navigation

TF: pizzicotti e sculacciate, ristoratore condannato

I continui e indesiderati contatti fisici di un ristoratore di Lucerna con una giovane apprendista sono andati troppo oltre, secondo il Tribunale federale. KEYSTONE/LAURENT GILLIERON sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 ottobre 2019 - 12:16
(Keystone-ATS)

Il Tribunale federale (TF) ha confermato la condanna per ripetute vie di fatto nei confronti di un ristoratore di Lucerna. L'uomo ha in più occasioni dato pizzicotti e colpito con un blocco per gli appunti il sedere di una apprendista.

La giovane ragazza ha più volte detto al suo capo di non apprezzare questo comportamento, senza però ottenere risultati, si legge nella sentenza pubblicata oggi. I giudici di Losanna hanno confermato la decisione del Tribunale cantonale di Lucerna e condannato l'uomo a pagare 500 franchi di multa.

L'Alta Corte ha valutato i continui contatti fisici oltre la soglia tollerabile dal buon senso comune vigente nella società. Non è necessario che il bersaglio di tali comportamenti provi dolore; è sufficiente un netto disagio. Secondo i giudici i comportamenti indesiderati dell'uomo, considerando la sua età e la sua posizione, hanno sicuramente messo in pesante imbarazzo la giovane.

Il ristoratore ha dal canto suo sostenuto che dal punto di vista giuridico non è rilevante il fatto che la giovane abbia affermato di non apprezzare i contatti, poiché si tratta di una valutazione soggettiva. Una teoria però nettamente respinta dal TF.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.