Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sostenuto dai genitori, uno scolaro grigionese ha fatto ricorso fino al Tribunale federale (TF) contro una punizione inflittagli a scuola. La richiesta del giovane è però stata respinta e la famiglia dovrà pagare 2000 franchi di spese giudiziarie.

Nel marzo 2011, l'adolescente era stato punito per mancanza di disciplina durante una giornata passata con la classe sulle piste da sci. Ignorando l'ordine di non allontanarsi dal gruppo durante una discesa, l'allievo quattordicenne ha utilizzato un itinerario alternativo per raggiungere la destinazione stabilita, ovvero Klosters (GR).

Sanzionato con un'ora e mezza di castigo, il ragazzo ha contestato la punizione. Appoggiato dai genitori, ha fatto ricorso a tutte le istanze possibili, ma la sua richiesta è sempre stata respinta. Ora anche i giudici di Losanna hanno valutato come fondata la misura presa nei confronti dell'allievo.

Dopo oltre due anni di procedure infruttuose, i genitori dovranno ora assumersi il pagamento delle parcelle dell'avvocato. Inoltre, dovranno sborsare 2000 franchi per le spese giudiziarie.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS