Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Dopo la sentenza pubblicata oggi dal Tribunale federale (TF) sulla riscossione dei supplementi sui treni, le FFS e l'Unione dei trasporti pubblici (UTP) hanno reagito con una disposizione transitoria.
I passeggeri che approfittano della prima classe con un biglietto di seconda pagheranno un supplemento di 60 franchi, mentre chi viaggia senza titolo di trasporto pagherà una multa di 80 franchi, come ora.
I partner tariffari intendono elaborare nuove regole entro il prossimo 12 dicembre, quando entrerà in vigore il nuovo orario dei treni.
L'Ufficio federale dei trasporti (UFT) è contento della decisione del TF ma intende esaminarla a fondo, ha detto all'ATS la portavoce Florence Pictet.
In ultima istanza il TF ha stabilito che le FFS non possono trattare alla stessa stregua chi è privo di biglietto e chi ne ha uno non adeguato. Quest'ultimo infatti già sborsato i soldi del biglietto di seconda, che però non viene considerato valevole. Secondo la Corte Suprema, tale disparità di trattamento è contraria alla Costituzione e non conforme alla legge sui trasporti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS