Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Tribunale federale (TF) ha confermato la condanna all'ergastolo inflitta ad un uomo che aveva sgozzato il figlioletto di sei anni nel giugno 2008 a Porrentruy (JU). Lo annuncia oggi la giustizia giurassiana. Nel suo ricorso, il cinquantenne aveva chiesto una pena non superiore a 20 anni di reclusione.

L'uomo ha rimproverato ai giudici cantonali di non aver tenuto conto dell'assenza di precedenti giudiziari, del suo pentimento sincero e delle sofferenze consecutive alla morte del figlio. Tutti gli argomenti sono però stati respinti: secondo il TF, la pena inflitta non è esagerata se confrontata ad altre condanne per casi analoghi.

Nel giugno del 2008, il cittadino portoghese era penetrato nell'abitazione dell'ex compagna, dalla quale viveva separato, e l'aveva violentata. Mentre la donna riusciva a mettersi in salvo, l'uomo aveva ucciso il proprio figlio, sgozzandolo con un oggetto tagliente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS