Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Svizzera restituirà al Brasile le somme stornate da un ex giudice di San Paolo, Nicolau dos Santos Neto, depositate su un conto bancario a Ginevra. In una sentenza del 21 agosto, il Tribunale federale ha respinto il ricorso del magistrato e della moglie, opposti alla confisca decisa dalla magistratura ginevrina dodici anni fa.

Il denaro, destinato inizialmente alla costruzione di un nuovo tribunale regionale, era stato versato su un conto aperto dalla coppia presso il Banco Santander della città di Calvino. Il conto era stato bloccato nel 2000 dalla magistratura ginevrina, in seguito ad una domanda di assistenza giudiziaria inoltrata da Brasilia.

Nel 2005 e 2006, l'ex giudice e presidente del Tribunale del lavoro di San Paolo era stato riconosciuto colpevole di riciclaggio di denaro, sottrazione di fondi pubblici, corruzione passiva, truffa ed evasione illegale di divise. All'epoca si era parlato di un importo complessivo di 6,8 milioni di dollari. "L'entità attuale del conto non è nota, ma lo sapremo ben presto", ha indicato all'ats il legale del Brasile, Enrico Monfrini.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS