Navigation

TG: arrestato sospetto combattente Isis, era in centro asilo

L'uomo è stato fermato nel centro di Kreuzlingen (TG) KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 novembre 2019 - 19:23
(Keystone-ATS)

La polizia turgoviese ha arrestato nel centro per asilanti di Kreuzlingen (TG) un uomo - siriano, secondo notizie di stampa - sospettato di aver combattuto nelle file dell'Isis.

Le manette sono scattate sabato scorso e del caso si è interessato anche il Ministero pubblico della Confederazione (MPC). La procura turgoviese ha confermato oggi a Keystone-ATS di aver avviato un procedimento per violazione della legge federale sugli stranieri e la loro integrazione (LStr), concretamente per entrata illegale.

Una eventuale perseguimento per appartenenza a organizzazione terroristica è di competenza federale: per questa ragione, sulla scorta di alcuni sospetti, è stato attivato l'MPC. Gli interrogatori dell'uomo sono stati effettuati alla presenza di agenti della polizia federale.

Stando alla procura cantonale l'MPC ha però rinunciato ad avviare un procedimento, non riscontrando sufficienti elementi per agire. La magistratura turgoviese ritiene da parte sua che chiuderà il caso con un decreto d'accusa, per poi espellere il condannato. Il Ministero pubblico della Confederazione non era oggi raggiungibile per una presa di posizione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.