Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Thailandia: 30'000 camicie rosse di nuovo in piazza a Bangkok

Circa 30'000 "camicie rosse" - i sostenitori dell'ex premier in esilio Thaksin Shinawatra - sono scese oggi di nuovo in piazza a Bangkok, in una seconda dimostrazione di forza, dopo quella del 9 gennaio, per ricordare nuovamente i 91 morti e 1'800 feriti delle rivolte represse lo scorso maggio.

La protesta, che dovrebbe terminare entro mezzanotte (le 18.00 in Svizzera) è iniziata in sordina nella mattinata, per poi allargarsi nel pomeriggio e in serata.

I "rossi" - che raccolgono in prevalenza i consensi delle classi medio-basse e in particolare della popolazione rurale dell'arretrato nord-est - hanno presidiato in modo pacifico la Ratchaprasong Intersection e l'area attorno al Democracy Monument, i due centri principali delle manifestazioni della scorsa primavera, sciolte poi con l'intervento dall'esercito dopo oltre due mesi di occupazione del centro della capitale.

I leader del movimento popolare hanno confermato l'intenzione di manifestare due volte al mese, ma senza danneggiare le attività degli esercizi commerciali attorno alla Ratchaprasong Intersection, che hanno dichiarato - in una lettera consegnata questo mese al premier Abhisit Vejjajiva - di aver perso 11 miliardi di baht (345 milioni di franchi) durante le proteste del 2010. Nell'ultimo giorno di manifestazioni, il 19 maggio, i "rossi" diedero alle fiamme una trentina di edifici, tra cui l'enorme centro commerciale Central World.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.