Navigation

Thailandia: Bangkok, in migliaia a protesta anti-governativa

I migliaia di protestanti anti-governativi radunati attorno all'università Thammasat di Bangkok KEYSTONE/EPA/DIEGO AZUBEL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 19 settembre 2020 - 13:00
(Keystone-ATS)

Migliaia di manifestanti anti-governativi, in gran parte giovani, si sono radunati da questa mattina attorno all'università Thammasat di Bangkok, in una protesta che nei programmi durerà fino a domani.

Essi chiedono lo scioglimento del Parlamento, una nuova Costituzione e lo stop alla persecuzione politica dei critici del governo e della monarchia.

Mentre nell'area continuano ad arrivare manifestanti e con i comizi più attesi previsti in serata, gli organizzatori contano di arrivare a un'affluenza superiore ai 12mila di una simile protesta un mese fa, la più grande dal colpo di stato del 2014.

L'attuale premier Prayuth Chan-ocha guidò quel golpe ed è ora alla guida di un governo di coalizione criticato da più parti per la sua inazione di fronte a una grave crisi economica.

La protesta è organizzata da un collettivo di nuovi leader studenteschi che chiede riforme progressiste in un Paese tradizionalmente controllato da un establishment di grandi famiglie e militari sotto l'ombrello protettivo del sovrano, ufficialmente al di sopra della politica. Alcuni dissidenti di rilievo hanno anche chiesto una riforma della monarchia e una maggiore trasparenza nei fondi a disposizione del re Vajiralongkorn, un tema tabù in un Paese con la legge di lesa maestà più severa al mondo.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.