Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BANGKOK - Sono iniziate a Bangkok le manifestazioni indette dalle camicie rosse che chiedono le dimissioni del governo. Sono dispiegate 234 compagnie di soldati e poliziotti, con posti di blocco in vari punti della capitale. Salgono inatanto a 27 i mandati d'arresto contro esponenti del movimento popolare.
Il gruppo più numeroso di "rossi" si sta dirigendo verso la sede della società Thaicom, per protestare contro l'oscuramento del "Canale del popolo", l'emittente televisiva di riferimento delle camicie rosse.
La Corte criminale di Bangkok ha emesso oggi 17 mandati di arresto contro altrettanti leader delle "camicie rosse" - tra cui il "triumvirato" composto da Nuttawut Saikua, Veera Musikapong e Jatuporn Prompan - in relazione all'occupazione della Ratchaprasong Intersection, l'incrocio nella zona dello shopping in mano ai sostenitori dell'ex premier Thaksin Shinawatra dallo scorso sabato. Con quelli di questa mattina, salgono quindi a 27 i mandati d'arresto contro esponenti del movimento popolare.

SDA-ATS