Navigation

Thailandia: inondazioni, bilancio sale oltre 400 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 novembre 2011 - 08:03
(Keystone-ATS)

È salito a 427 morti il bilancio delle vittime causate dalle peggiori inondazioni degli ultimi sessant'anni in Thailandia. Lo ha comunicato questa mattina il dipartimento nazionale per la prevenzione dei disastri, aggiungendo che gli allagamenti colpiscono tuttora oltre 2,1 milioni di abitanti in 26 province.

Mentre Bangkok è rimasta largamente all'asciutto dalla massa d'acqua proveniente da nord, la fascia periferica della metropoli da 12 milioni di abitanti è tuttora allagata, provocando un notevole risentimento tra i residenti e costringendo le autorità a decidere quali aree sacrificare pur di salvare il centro della capitale.

Il primo ministro Yingluck Shinawatra ha spiegato che l'emergenza dovrebbe gradualmente migliorare dalla prossima settimana. Ma dati i contrastanti messaggi arrivati dalle autorità nelle ultime settimane, gli abitanti delle zone più vicine a quelle allagate rimangono in allerta.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?