Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BANGKOK - Il premier thailandese Abhisit Vejjajiva ha riaffermato oggi, comparendo in tv insieme al capo dell'esercito, che il controllo della zona del centro di Bangkok occupata dai manifestanti anti-governativi sarà ripreso con la forza, senza tuttavia precisare quando.
"Ci sarà un'operazione per riprendere Ratchaprasong, ma non possiamo rivelarne le modalità e il momento, perché dipendono da diversi elementi", ha dichiarato Abhisit.
Il capo del governo è apparso in una trasmissione registrata ieri, con al suo fianco il capo dell'esercito Anupong Paojinda, il quale nei giorni scorsi aveva affermato di non voler impiegare la forza.
Abhisit ha respinto ieri l'offerta delle 'camicie rosse', i sostenitori dell'ex premier Thaksin Shinawatra, che si erano detti disposti al dialogo proponendo di sciogliere il Parlamento entro 30 giorni. Secondo gli oppositori un intervento militare é "imminente".
La lunga crisi che lacera il regno è precipitata nella violenza con gli scontri del 10 aprile scorso, che hanno causato 26 morti e più di 800 feriti e con le molteplici esplosioni di granate dello scorso giovedì sera, con un bilancio di tre morti e decine di feriti.(ANSA-AFP).

SDA-ATS