Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BANGKOK - Nei violenti combattimenti in corso nella capitale thailandese Bangkok fra le camicie rosse e le forze dell'ordine, un dimostrante è rimasto ucciso e l'esplosione di una bomba ha causato il ferimento di 25 soldati. Il capo delle forze armate, Anupong Paojinda, ha intanto annunciato il ritiro dell'esercito dal centro storico.
Nel complesso, sono oltre 200 le persone rimaste ferite negli scontri di oggi tra forze dell'ordine e sostenitori dell'ex presidente. La deflagrazione della bomba che ha ferito i 25 soldati è avvenuta in viale Ratchadamnoen.
Dal canto suo, un leader delle camicie rosse, movimento dei sostenitori dell'ex presidente, ha invitato il premier Abhisit Vejjajiva a sciogliere il Parlamento e lasciare il Paese. "Chiediamo che il premier sciolga il Parlamento immediatamente, e non tra 15 giorni come chiedevamo prima, e che lasci il Paese", ha detto Veera Musikapong arringando i manifestanti.

SDA-ATS