Navigation

Thomas Cook, via a ponte aereo Gb per rimpatrio turisti

E' al via il ponte aereo organizzato dal governo britannico per rimpatriare i turisti bloccati all'estero dal fallimento di Thomas Cook KEYSTONE/AP PA/STEVE PARSONS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 settembre 2019 - 09:41
(Keystone-ATS)

Sta per iniziare il ponte aereo organizzato dal governo britannico e dalla Civil Aviation Authority (Caa) per rimpatriare i turisti bloccati all'estero dal fallimento di Thomas Cook.

In totale vi sono quasi 600.000 clienti del tour operator attualmente in vacanza, 150.000 dei quali britannici inclusi 16.000 il cui rientro nel Regno era previsto per oggi.

Il ministro dei Trasporti, Grant Shapps, ha detto che sono pronti 45 aerei charter per sostituire la flotta Thomas Cook e la Caa prevede per stasera il rimpatrio di almeno 14.000 persone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.