Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È salito ad almeno 104 il numero delle vittime dell'esplosione avvenuta a Tianjin, città portuale cinese. Mentre la polizia ha confermato la presenza di cianuro di sodio, sostanza chimica altamente tossica, nei pressi del sito. Lo riferisce la Bbc online.

Intanto a circa 70 ore dalla tragedia un uomo è stato ritrovato vivo a soli 50 metri dal punto dell'esplosione, riferisce l'agenzia Xinhua.

Il nuovo bilancio delle vittime è stato fatto dopo che i soccorritori, indossando maschere antigas e tute protettive, si sono avvicinati all'epicentro dell'esplosione. Oggi le autorità hanno ordinato l'evacuazione di tutti i cittadini che vivono in un raggio di tre chilometri dall'epicentro.

Una serie di esplosioni di portata minore di quella di mercoledì - che ha fatto pensare alcuni residenti ad un terremoto o addirittura ad una conflagrazione atomica - si sono verificate nel corso della giornata. Il deposito conteneva del cianuro di sodio, estremamente pericoloso, ma ancora non è stata diffusa una lista dei materiali chimici che vi erano custoditi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS