Navigation

Ticino: no a iniziativa abitazioni, sì a norma antiomofobia

Piazza Collegiata a Bellinzona KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA BELLA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 febbraio 2020 - 13:48
(Keystone-ATS)

Nel Canton Ticino l'iniziativa "Più abitazioni a prezzi accessibili" è stata bocciata con il 55,4% dei voti, mentre è stata accettata dal 66,8% l'estensione della norma antirazzismo che vieta la discriminazione basata sull'orientamento sessuale.

Per quanto riguarda i temi cantonali, è stata accettata con il 53,1% dei voti anche la modifica della costituzione cantonale che propone l'introduzione del principio di sussidiarietà.

L'iniziativa popolare "Le vittime di aggressioni non devono pagare i costi di una legittima difesa" è stata invece bocciata dal 50,3% dei ticinesi votanti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.