Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sostanze tossiche inserite di nascosto nei cosmetici che usa in ospedale. È quanto denuncia la leader dell'opposizione ucraina Iulia Timoshenko, citata dalle autorità carcerarie, le quali però sostengono che dalle analisi effettuate non emerga nulla di pericoloso per la salute dell'ex premier.

La Timoshenko è ricoverata in stato di detenzione all'ospedale delle Ferrovie di Kharkiv da inizio maggio per curare un'ernia del disco e, secondo il servizio penitenziario, "la notte del 5 gennaio" ha denunciato che "degli sconosciuti avrebbero aggiunto sostanze tossiche nei suoi cosmetici". Le autorità affermano che nessuno è entrato in ospedale senza autorizzazione e che dei campioni dei cosmetici dell'ex eroina della Rivoluzione arancione sono stati inviati all'istituto di ricerca forense di Kharkiv: le analisi non avrebbero rivelato tracce di "metalli tossici".

L'ex premier ucraina è stata condannata a sette anni di reclusione per aver negoziato con l'allora capo del governo russo Putin un accordo per le forniture di gas ordinando al capo della società energetica ucraina di firmare un accordo con Gazprom senza che questo fosse stato approvato dal governo. L'accordo, siglato nel 2009, ha messo fine a una guerra del gas che aveva lasciato al freddo mezza Europa, ma ha fatto aumentare di molto il prezzo pagato da Kiev per il metano russo. Usa e Ue ritengono la condanna di matrice politica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS