Navigation

Tinguely: Basilea ricorda l'artista scomparso venti anni fa

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 agosto 2011 - 20:35
(Keystone-ATS)

La città di Basilea organizzerà domenica 28 agosto una serie di manifestazioni commemorative per celebrare il 20esimo anniversario della morte dell'artista friburghese Jean Tinguely. Sono in programma sfilate, visite guidate e soprattutto l'esposizione al grande pubblico di opere inedite dello scultore di fama internazionale.

Per l'occasione, la compagnia di assicurazioni Nationale Suisse mostrerà infatti la sua collezione d'arte e presenterà la totalità dei manifesti creati dall'artista per le sue numerose esposizioni. Due visite guidate ritmeranno pure la giornata al Museo Jean Tinguely.

Altro momento significativo sarà la sfilata per le vie della città renana della sua scultura animata "Klamauk", fanno sapere oggi gli organizzatori della giornata. Fra due ali di folla, l'opera aveva accompagnato il corteo funebre dello scultore nel 1991, in una cerimonia più simile a una festa che a un funerale, come Tinguely aveva desiderato.

Sulla Theaterplatz si potranno ammirare spettacoli danzanti attorno alla Fontana del Carnevale, opera realizzata nel 1977 proprio da quello che è considerato come "uno degli artisti svizzeri più innovatori del 20esimo secolo", ricordano gli organizzatori.

Dal 3 settembre, i curiosi potranno pure contemplare una delle ultime creazioni di Jean Tinguely, "Luminator". Questa enorme lampada metallica sarà infatti visibile per i prossimi tre anni in una sala della parte svizzera dell'aeroporto di Basilea-Mulhouse.

Alla morte dell'artista, l'opera era stata acquistata dalla Società di banche svizzere (diventata poi UBS). È passata poi all'aeroporto tedesco di Lipsia prima di trovare spazio nel Museo Tinguely di Basilea.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?