Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LOMÉ - Si tengono oggi in Togo elezioni presidenziali segnate dal ricordo di centinaia di morti causati da violenze post-elettorali nella precedente tornata del 2005 e da denunce dell'opposizione su possibili brogli da parte del presidente uscente Faure Gnassingbé.
Le votazioni, che iniziano alle 7.00 ora locale (le 8.00 in Svizzera), si tengono mentre l'intera area dell'Africa occidentale è scossa da un golpe in Niger, da violenze in Costa D'Avorio a causa di un rinvio delle elezioni e da una grave instabilità in Guinea.
Le elezioni in Togo, paese di 6,6 milioni di abitanti con capitale Lomé, quarto produttore mondiale di fosfato (sostanza utilizzata per i fertilizzanti), è monitorato da osservatori dell'Africa occidentale ed europei.
La campagna elettorale è stata pacifica come anche le elezioni politiche del 2007, lasciando sperare in una stabilizzazione del paese guidato in maniera dittatoriale per 38 anni fino al 2005 da Gnassingbé Eyadéma, padre dell'attuale presidente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS