Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il fabbricante di macchine utensili Tornos cancellerà a Moutier (BE) e La Chaux-de-Fonds (NE) complessivamente 225 posti di lavoro. Lo indica oggi l'azienda stessa in una nota, precisando che non sono esclusi licenziamenti. A gravare sulle attività del gruppo bernese in particolare la forza del franco e la crisi del debito in Europa: il primo semestre dell'anno si è chiuso con una perdita netta di 3,37 milioni di franchi.

Tornos ristruttura l'intera azienda e procederà a un riorientamento strategico, puntando su maggiore flessibilità, innovazione ed efficienza operativa, si legge nella nota. Si procederà a uno spostamento dei mercati di riferimento dall'Europa all'Asia e agli altri paesi emergenti.

Oltre alla compressione degli effettivi vi sarà anche una riduzione della direzione del gruppo: due membri hanno annunciato le proprie dimissioni e lasceranno l'azienda ancora quest'anno, un altro membro verrà pensionato e uno assumerà la guida dei progetti strategici di Tornos.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS