Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Tribunale penale federale (TPF) ha respinto il ricorso di un ex ministro algerino contro la consegna di dati bancari che lo riguardano alla giustizia del paese nordafricano, che aveva richiesto assistenza giudiziaria alla Svizzera nell'ottobre del 2012. La sentenza può ancora essere impugnata davanti al Tribunale federale.

Concretamente si tratta verificare flussi di denaro per 200 milioni di euro, avvenuti in particolare tra un ente pubblico algerino - di cui l'ex ministro era responsabile - ed un imprenditore italiano e da quest'ultimo verso un'altra azienda. A capo di quest'ultima c'era un direttore nominato dallo stesso ex ministro. L'ex ministro vive ora negli Stati Uniti. Sia lui sia la moglie hanno conti in banche svizzere.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS