Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BELLINZONA - Si è aperta stamattina davanti al Tribunale penale federale (TPF) di Bellinzona l'udienza che vede coinvolti i finanzieri Viktor Vekselberg, Ronny Pecik e Georg Stumpf, ai quali il Dipartimento federale delle finanze (DFF) ha inflitto una multa-record di 40 milioni di franchi a testa per violazione della legge sulle borse nell'ambito della scalata al gruppo industriale OC Oerlikon. I tre imprenditori, presenti in aula, hanno chiesto l'annullamento dell'ammenda, sostenendo che tutto si è svolto secondo le regole.
Le persone coinvolte sono state multate per violazione dell'art. 41 lettera a della Legge federale sulle borse (LBVM), che punisce chi omette di dichiarare la sua partecipazione qualificata in una società quotata in borsa.
La vicenda risale al 2006, quando il magnate russo Viktor Vekselberg acquistò attraverso la sua società di investimento, la Renova, due pacchetti azionari del gruppo industriale OC Oerlikon, che a quel tempo si chiamava Unaxis, detenuti dalla Victory, società controllata dagli investitori austriaci Georg Stumpf e Ronny Pecik. Il DFF sostiene che Renova e Victory costituissero un gruppo organizzato ai sensi dell'art. 20 cpv. 3 della LBVM.
Mentre il DFF ha rinunciato a farsi rappresentare, i tre finanzieri si sono presentati davanti ai giudici con i loro legali. All'inizio del dibattimento hanno dovuto rispondere a varie domande, alcune riguardanti anche il loro patrimonio. Stumpf e Pecik hanno dichiarato di non poter poter pagare la multa. Nel caso di Vekselberg - uno degli uomini più ricchi di Russia - il giudice non ha posto alcuna domanda sulle conseguenze finanziarie dell'ammenda dopo che il magnate russo ha dichiarato un patrimonio di 10 miliardi di franchi.
Tuttavia, anch'egli, come i due Austriaci, ha chiesto l'annullamento della multa. A detta degli interessati, l'acquisizione del pacchetto azionario di Oerlikon è avvenuto secondo la legge. Un gruppo fra Renova e Victory è stato formato solo nel 2008 ed è stato correttamente annunciato, ha detto Pecik, il quale ha sottolineato di aver agito alla luce del sole.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS