Navigation

Tpi: Karadzic, bombardamenti Sarajevo messa in scena musulmani

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 marzo 2010 - 17:41
(Keystone-ATS)

BRUXELLES - I bombardamenti durante l'assedio di Sarajevo, in particolare quelli del mercato di Markale nei quali persero la vita decine di persone, furono "una messa in scena" orchestrata dai musulmani per provocare una reazione della comunità internazionale. Lo ha affermato, nella seconda giornata di autodifesa davanti al Tribunale penale internazionale, l'ex leader dei serbi di Bosnia Radovan Karadzic, accusato di genocidio e di crimini contro l'umanità.
"Possiamo dimostrare che bombardavano e uccidevano il loro stesso popolo", ha detto Karadzic, accusando l'armata islamica in Bosnia di usare questi "trucchi" per provocare l'intervento della nato "al suo fianco".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?