Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - Il Tribunale penale per la ex Jugoslavia (Tpi) ha condannato oggi all'ergastolo l'ex colonnello dell'esercito serbo-bosniaco Vujadin Popovic, 53 anni, e Ljubisa Beara, 70 anni, capo della sicurezza dell'armata dei serbi di Bosnia. Sono comparsi davanti ai giudici con l'accusa di genocidio per il massacro di Srebrenica del luglio 1995.
Altri cinque serbo-bosniaci anch'essi sul banco degli imputati per crimini di guerra e contro l'umanità sono stati condannati a pene variabili dai 5 ai 35 anni di carcere. Il procuratore aveva chiesto l'ergastolo per tutti gli accusati.

SDA-ATS