Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Smantellato un giro illegale di carne di cavallo in Europa.

KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

(sda-ats)

Un vasto traffico di carne di cavallo non adatta al consumo è stato smantellato nel quadro di un'inchiesta condotta in Spagna. Ramificazioni sono state scoperte in numerosi Paesi europei, secondo l'Europol, ma il caso non coinvolge la Svizzera.

Nel quadro dell'operazione sono state arrestate oltre 60 persone in Spagna per maltrattamento di animali, contraffazione, messa in pericolo della sanità pubblica, riciclaggio di denaro e appartenenza ad associazioni malavitose. Il caso riguarda anche Belgio, Francia, Portogallo, Italia, Romania e Regno Unito.

Le indagini sono cominciate in aprile, quando la guardia civile spagnola ha scoperto un traffico di carne di cavallo non adatta al consumo umano. Il presunto cervello dell'operazione è un cittadino dei Paesi Bassi, arrestato in Belgio.

"Non ci sono indizi di forniture di questo genere in Svizzera", ha detto oggi all'ats Stefan Kunfermann, portavoce dell'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV). Le prime informazioni diffuse ieri dall'Europol nominavano invece anche la Confederazione.

L'USAV è in contatto con le autorità europee dallo scorso aprile e non è stata segnalata nessuna importazione di carne irregolare in Svizzera, ha aggiunto Kunfermann.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS