Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Inquinamento, incidenti, rumore: i trasporti costano 9,4 miliardi di franchi all'anno in ambito sanitario e ambientale. Buona parte di queste spese (82%) sono generate dal traffico su strada. È quanto emerge da uno studio realizzato su mandato dell'Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE) e relativo al 2010.

Il traffico motorizzato rappresenta per conto suo 5,5 miliardi del totale dei costi esterni (quelli non coperti dagli utilizzatori ma dalla collettività). Di fronte a una una situazione simile, dovrebbero essere adottate misure che consentano di applicare il principio "chi inquina paga", ha commentato in conferenza stampa a Berna il vicedirettore dell'ARE, Hauke Fehlberg.

Oltre al traffico individuale, il totale delle spese generate dalla strada comprende anche 194 milioni legati ai trasporti pubblici e 900 milioni da ricondurre alla mobilità sostenibile e dovuto in particolare agli incidenti. Questa somma è tuttavia controbilanciata dai benefici esterni che andare a piedi o in bicicletta genera: 1,3 miliardi di franchi.

Il traffico stradale è all'origine di buona parte delle conseguenze negative provocate in tutti i settori presi in considerazione dallo studio. È responsabile di circa 1,5 miliardi degli 1,8 miliardi di franchi di danni alla salute dovuti all'inquinamento dell'aria. Risultati analoghi sono stati ottenuti per quanto riguarda l'inquinamento acustico e il clima, dove l'impatto della strada scende però a 1,3 miliardi su 2 miliardi di danni totali. Una fetta importante delle emissioni a effetto serra sono infatti prodotte dagli aerei, che generano costi per 686 milioni di franchi.

Per quanto riguarda i costi dovuti agli incidenti, la fattura ammonta a circa 1,9 miliardi di franchi, in gran parte da mettere sul conto della strada e del traffico individuale. Fra le altre spese esterne generate dal traffico su strada, troviamo le conseguenze negative dovute alla produzione e all'eliminazione dei veicoli (917 milioni), quelle sulla natura e il paesaggio (900 milioni) e i danni agli stabili dovuti all'inquinamento dell'aria (362 milioni).

La ferrovia genera da parte sua costi per un totale di 730 milioni di franchi, 270 milioni dei quali dovuti al rumore. Molto più lontano, in questa speciale classifica, il settore della navigazione in battello con i suoi 60 milioni.

Il traffico stradale non ha solo un elevato impatto generale, ma è anche meno redditizio per quanto riguarda il trasporto di persone, hanno spiegato gli autori dello studio, mettendo tuttavia in guardia dall'utilizzare questi dati per facili paragoni. Il costo esterno per persona e chilometro ammonta a 5,7 centesimi per il traffico individuale su gomma e 4,8 centesimi per il trasporto pubblico, anche se i risultati migliori vengono raggiunti dalla ferrovia (2,3 centesimi) e dal trasporto aereo (2,7 centesimi).

SDA-ATS