Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dal prossimo mese di dicembre viaggiare in treno e in autobus diventerà più caro, in media di oltre il 5%, ma l'aumento dei prezzi sarà leggermente inferiore al previsto. Inoltre un'ulteriore crescita interverrà solo fra due anni e mezzo. Il Sorvegliante dei prezzi Stefan Meierhans e l'Unione dei trasporti pubblici (UTP) hanno infatti trovato un accordo in tal senso.

In particolare, con il cambiamento di orario il prossimo 9 dicembre, il costo dei biglietti a tariffa normale di seconda classe salirà del 3% e non del 4%, precisa un comunicato odierno di Mister Prezzi. Per la prima classe bisognerà pagare 6,5% in più invece del 7%.

Incremento di prezzo inferiore al previsto anche per gli abbonamenti di metà prezzo e quelli generali; invariate le carte giornaliere valide a partire dalle 9 del mattino.

Secondo l'intesa raggiunta fra UTP e Meierhans, un ulteriore ritocco dei prezzi non ci interverrà prima del cambiamento di orario della fine del 2014.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS