Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il comitato di Travail.Suisse respinge all'unanimità l'iniziativa dell'UDC "Contro l'immigrazione di massa", in votazione il 9 febbraio prossimo. Nella sua raccomandazione di voto pubblicata oggi, la federazione sindacale dei lavoratori si è pronunciata anche contro l'iniziativa sull'aborto e ha invece approvato il progetto di finanziamento e ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria.

L'introduzione di contingenti nell'immigrazione presenta un "rischio d'isolamento" per la Svizzera, si legge in un comunicato. Secondo Travail.Suisse, la lotta contro gli effetti indesiderati della libera circolazione passa dal "rafforzamento delle misure di accompagnamento, dallo sviluppo delle infrastrutture di trasporto e di alloggio e da una politica fiscale meno aggressiva".

Inoltre, l'iniziativa UDC non prevede alcuna protezione dei salari e delle condizioni di lavoro, aggiunge la federazione sindacale.

Il progetto concernente il finanziamento e l'ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria è stato invece approvato da Travail.Suisse, poiché dovrebbe permettere di sviluppare i trasporti pubblici e favorire così la mobilità sostenibile e gli impieghi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS