Navigation

Tre arresti nel canton Zurigo per una mega-truffa online

Perquisizioni anche in Ticino e nei Grigioni (foto simbolica). KEYSTONE/WALTER BIERI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 febbraio 2020 - 17:33
(Keystone-ATS)

La polizia zurighese ha arrestato oggi tre persone nell'ambito di un'inchiesta su una truffa milionaria legata a portali di contrattazione online. Sono state effettuate undici perquisizioni che hanno interessato anche il Ticino, i Grigioni, San Gallo e Zugo.

Le indagini sono state avviate sulla base di segnalazioni, arrivate dalla Svizzera e dall'estero, su una truffa in materia di investimenti online e di riciclaggio di denaro, scrive oggi in una nota il Ministero pubblico del canton Zurigo.

Gli accertamenti, effettuati in collaborazione con l'Ufficio federale di polizia (fedpol), hanno portato oggi all'arresto di un cittadino svizzero domiciliato nel canton Zurigo e di altre due persone che intrattenevano legami d'affari con lui.

L'uomo è fortemente sospettato di aver trasferito grandi quantità di denaro "ottenuto illegalmente da piattaforme di trading online per opzioni binarie e criptovalute attraverso conti in Svizzera e all'estero", scrivono gli inquirenti zurighesi. Anche le altre due persone arrestate hanno la cittadinanza svizzera.

Durante le perquisizioni sono state confiscate otto auto di lusso e beni immobiliari e sono stati bloccati conti bancari con diversi milioni di franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.