Navigation

Tre Valli, occupazione e diritti

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 maggio 2012 - 17:47
(Keystone-ATS)

Lavoro, diritti e partecipazione. Sono le parole d'ordine che riassumono le rivendicazioni avanzate dai lavoratori dell'industria della regione delle Tre Valli, riuniti oggi a Giornico in un'assemblea sul piazzale della ex Monteforno, luogo simbolo della crisi che investe il settore.

I circa 100 operai presenti hanno denunciato un generale deterioramento delle condizioni d'impiego e di lavoro, attacchi alle libertà sindacali e violazioni dei più basilari principi di democrazia all'interno delle aziende, ma al tempo stesso hanno voluto attraverso l'assemblea, "lanciare un segnale di unità tra le maestranze", si legge in una risoluzione.

Il sindacato intende in particolare combattere con forza il dumping salariale e sociale opponendosi a qualunque strumento utilizzato dalle direzioni aziendali allo scopo di ridurre i salari o peggiorare le condizioni di lavoro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?