Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una tromba d'acqua, fenomeno raro alle nostra latitudini, dall'aspetto simile a un tornado, ha potuto essere osservata stamani poco prima delle 10.00 sull'Obersee, l'estremità sudorientale del lago di Zurigo.

Lo indica una nota odierna di SRF Meteo, il servizio meteorologico della radiotelevisione della Svizzera tedesca. Rispetto a un tornado, di elevatissima potenza distruttiva, il fenomeno nostrano è caratterizzato da venti di velocità assai modesta e non avanza sulla terra ferma. In occasione dell'episodio odierno, le stazioni di rilevamento attorno allo specchio d'acqua hanno misurato velocità dei venti comprese tra 10 e 25 km/h, precisa il comunicato.

Affinché il fenomeno atmosferico possa realizzarsi, è necessario che strati di aria fredda (o perlomeno fresca) e molto instabile si muovano su acque calde (o relativamente calde). L'aria fredda si riscalda al di sopra del lago e comincia a salire, come avviene per una mongolfiera. A dipendenza delle condizioni di vento quest'aria in ascensione comincia a ruotare su se stessa e il vortice si restringe e accelera. L'aumento della velocità di rotazione può essere paragonato all'accelerazione di un pattinatore che gira su se stesso, spiega SRF Meteo.

Stamani la temperatura dell'acqua di superficie dell'Obersee era di 22 gradi. Quella dell'aria sulle rive del lago invece raggiungeva appena 13 gradi e persino solo 8,5 gradi sull'Uetliberg (ZH), 450 metri sopra il livello del lago. Le trombe d'acqua non possono avanzare sulla terra ferma proprio perché, date le modeste temperature al suolo, viene a mancare l'energia necessaria.

Questi fenomeni in Svizzera sono rari e, poiché spesso associati a temporali, anche poco visibili. Il periodo più propizio è la fine dell'estate quando i laghi sono ancora caldi e l'aria fresca d'autunno comincia a fluire. Nella Confederazione è il lago di Neuchâtel a offrire più spesso le condizioni necessarie, con l'aria fredda che dalla catena del Giura scende sulle temperate acque del bacino.

Sul lago di Zurigo è indimenticabile, sostiene SRF Meteo, la tromba d'acqua del pomeriggio di sabato 21 luglio 2012, in questo caso nella parte occidentale del lago.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS